ferrovie green sfridoo

Le ferrovie green del futuro

  • 0

Aziende Pubblicato il 11 Gennaio 2018

Open Summit 2017, la manifestazione organizzata da StarupItalia! dedicata alle startup italiane, giunta alla seconda edizione, ha visto la partecipazione di imprese innovative e inclini ai princìpi dell’economia circolare. La startup premiata come migliore impresa dell’anno è quella di Giovanni Maria De Lisi, giovane imprenditore con un’idea del valore di 75 milioni di dollari: le ferrovie green.

Da Palermo un’impresa circolare che inventa ferrovie green con scarti di PFU. 75mln di dollari è il loro valore

Selezionata tra i 100 migliori progetti del mondo, Greenrail srl – nata nel 2012 – è la denominazione precisa che sta a indicare l’azienda di origine parlemitana che ha progettato un nuovo concept di traversa ferroviaria ecosostenibile. Ottimo esempio di industria circolare, Greenrail e le sue ferrovie green è oggi riconosciuta a livello mondiale come player innovativo del settore ferroviario sostenibile e che vuole bene all’ambiente.

Con l’obiettivo di abbattere l’inquinamento acustico, ridurre i costi di manutenzione e dare un forte contributo al riutilizzo di materiali difficilmente riciclabili, le ferrovie green non sono altro che composte da materiali di riciclo, utilizzando una miscela di gomma ottenuta da PFU, ovvero pneumatici fuori uso, e plastica derivante dai rifiuti urbani.

Greenrail è stata brevettata in ben 79 paesi del mondo e ha stipulato il primo accordo di licenza con SafePower1, una società statunitense per commercializzare le ferrovie green in diversi territori tra cui Minnesota, Indiana, Missouri, Wisconsin, Illinois, Michigan. Il patto raggiunto prevede la concessione del marchio e del brevetto stesso, la progettazione e la fornitura degli impianti industriali.

Come ha affermato il fondatore e Presidente di Greenrail Group, le ferrovie green del futuro, Giovanni Di Lisi, “la firma di questo accordo è un importante traguardo che dimostra come l’Italia sia all’avanguardia nella progettazione, realizzazione e produzione di sistemi per l’industria ecosostenibile.”

Inoltre, durante la Conferenza COP23 di Nazioni Unite a Bonn a Novembre 2017, Greenrail è diventato uno dei fondatori della World Alliance for Efficient Solutions: organizzazione internazionale volta allo sviluppo di nuove tecnologie per la ricerca di fonti di energia pulita.

Un ulteriore passo e consapevolezza verso un mondo più pulito, libero dall’inquinamento e dai rifiuti che – grazie al modello dell’economia circolare – diventano risorsa fondamentale e valore per la catena di produzione.

Leggi anche

sfridoo cos'è end of waste
di Marco Battaglia 14 Giugno 2019

Rifiuti

Cos’è l’End of Waste? Ultimi aggiornamenti e criticità di un tassello fondamentale per l’economia circolare

Cosa significa End of Waste e per quale motivo può rappresentare un tassello dell’economia circolare? Una breve indagine nel mondo dei nuovi prodotti derivanti dai rifiuti e nelle normative che si sono succedute nel settore della gestione ambientale. Oggi la definizione dell’economia circolare insegue modelli per cui le aziende concorrano alla creazione di simbiosi industriali per cui scarti generati da un processo possano diventare nuove materie per un altro processo produttivo.

5 buoni motivi per capire il sottoprodotto
di Marco Battaglia 11 Maggio 2019

Rifiuti

5 buoni motivi per capire cos’è un Sottoprodotto

Spesso il termine sottoprodotto rimane un vero e proprio mistero. Una chimera normativa che molte aziende, pur di rimanere all’oscuro di tutta la normativa ambientale e della gestione dei rifiuti/prodotti a fine vita, evitano. Capita spesso di confrontarsi con aziende che avrebbero le opportunità normative e tutti i vantaggi economici ed ambientali per affrontare questo passaggio di gestione, eppure non si riesce ad arrivare a una risposta positiva nel procedere per questa strada virtuosa.

Scopri i nostri servizi