caterpillar caso studio economia circolare

Come ha fatto Caterpillar ad aumentare il profitto di 2,75 volte grazie all'Economia Circolare

L'azienda americana inserita nella classifica Fortune 100 che progetta, costruisce e commercializza macchinari, rigenera i propri componenti dal 1973 apportando notevoli marginalità di profitto al proprio business e risparmi di carattere ambientale

  • 3

Aziende Pubblicato il 23 Agosto 2019

Il caso studio Caterpillar nell’Economia Circolare

Caterpillar Inc. è un’azienda americana con numerose attività diffuse nel mondo. E’ famosa per i suoi prodotti dal tipico colore giallo, l’azienda produce una vasta gamma di veicoli pesanti, principalmente mezzi d’opera e macchinari per costruzione e movimento terra, tra cui il bulldozer e produce tuttora mezzi per l’United States Army, così come anche per altri eserciti nel mondo.

Prodotti rigenerati e prodotti ricostruiti

Caterpillar, adottando i principi dell’economia circolare, è stata in grado di aumentare il margine di profitto pur continuando a produrre componenti di altissima qualità. L’azienda ha puntato al minor utilizzo di materiali, prendendo in considerazione la creazione di un prodotto che può esser rigenerato più volte. L’attività di rigenerazione, cominciata nel 1973, è cresciuta fino a impiegare oltre 3600 persone in nove sedi nel mondo, attraverso un modello di business che enfatizza il recupero dei componenti.

Leggi anche “La Performance Economy e le affinità con l’Economia Circolare”

Cambi, trasmissioni e freni sono stati i primi prodotti riparati e rigenerati da Caterpillar che ha creato appositamente un settore di supporto e assistenza attorno a questi prodotti; ad esempio, nel 2012 lo stabilimento Renault Choisy-le-Roi ha rigenerato circa 200.000 componenti per un fatturato totale di 100 milioni di euro. Cat stima che il 35% dei costi siano a carico delle spese generali, mentre la maggior parte – il 65% – ricadano nei costi dei materiali. Pertanto, i materiali di recupero offrono all’azienda un “vantaggio competitivo circolare” maggiore rispetto alla concorrenza, in cui gli obiettivi sono spesso incentrati sulla riduzione dei costi generali.

Come funziona il modello rigenerativo di Caterpillar

L’azienda è un’importante esempio di Economia Circolare e il modello si riassume seguendo questo semplice processo: i clienti restituiscono il componente di fine vita al produttore originale e ottengono in cambio un componente rigenerato. Questi componenti a fine vita sono chiamati “core” e possono variare da motori, turbine, compressori di gas, locomotive e vagoni ferroviari a sistemi idraulici, trasmissioni, turbocompressori e sistemi di alimentazione. La rigenerazione trasforma questi “core” nelle loro specifiche ingegneristiche originali, consentendo loro di essere utili per ulteriori cicli di vita.

Attraverso il processo di rigenerazione, il nucleo “core” viene completamente smontato, fino alle sue singole parti costituenti e ispezionato con specifiche tecniche per il successivo riutilizzo. I componenti che rientrano nelle linee guida per la rigenerazione vengono accuratamente puliti e sottoposti a processi di produzione additiva per riportarli alle specifiche e tolleranze ingegneristiche originali, se non con caratteristiche migliori. Come direbbe Walter Stahel nel suo libro “Economia circolare per tutti

<< Possiamo ripristinare la vecchia saggezza secondo cui “ciò che è vecchio è pieno di risorse”? >>
Walter R. Stahel “Economia Circolare per tutti”

 

Il caso studio più noto di un prodotto rigenerato Caterpillar: il blocco motore

Uno dei più noti casi di rigenerazione riguarda il blocco motore di Caterpillar. Dove il manicotto rimovibile nel foro del cilindro, risulta di facile rigenerazione grazie a una camicia estraibile, rendendo così il prodotto facile da riparare. Quando il componente viene recuperato può essere rimosso e sostituito per riportare il motore a prestazioni come nuove.

In passato la rigenerazione dei blocchi motore comportava la ri-foratura del cilindro del motore e l’utilizzo di un pistone più grande, ma ciò poteva essere fatto solo per tre volte, prima che la qualità del prodotto venisse definitivamente compromessa. Anche la produzione additiva è un’altra opzione in uso: i fori dei cilindri possono essere riverniciati con metallo per esser riportati a nuovo.

Il programma rigenerativo

I programmi di ricostruzione aumentano la durata delle apparecchiature fornendo ai clienti aggiornamenti sui prodotti per una frazione del costo di acquisto di una nuova macchina. I programmi di ricostruzione comprendono ricostruzioni certificate Cat, revisioni di componenti presso i rivenditori Cat®, ricostruzioni di turbine solari e ricostruzioni di Progress Rail Services. Una ricostruzione completa certificata Cat include oltre 350 test e ispezioni, la sostituzione automatica di circa 7.000 parti e una garanzia della macchina come nuova. Inoltre, professionisti qualificati dell’assistenza ai rivenditori eseguono questo lavoro utilizzando attrezzature e parti originali. Caterpillar fornisce informazioni, dati, formazione e strumenti di assistenza per aiutare i rivenditori a prendere le decisioni più appropriate su quali parti riutilizzare al fine di ottenere la longevità attesa dei componenti ricostruiti. Il riutilizzo dei componenti aiuta l’azienda ad utilizzare in questo modo materiali ed energia in modo più efficiente.

I numeri del modello rigenerativo

Caterpillar, seguendo il modello dell’economia circolare, vende i propri prodotti rigenerati al 50% in meno rispetto a quelli nuovi, con la medesima garanzia dei prodotti di prima vendita (stesso modello è seguito anche da Rolls-Royce nel suo progetto di Economia Circolare, che tratteremo in un prossimo articolo).
In termini di marginalità, Caterpillar genera fino a 2,75 volte il profitto lordo originario. Questo dato si ottiene confrontando la vendita di un prodotto rigenerato e noleggiato, secondo il principio del “prodotto come servizio“, con la vendita di uno derivato da risorse vergini. L’azienda vanta anche il fatto che l’energia spesa per rigenerare il prodotto è inferiore rispetto a quella iniziale dell’85%. Inoltre, il processo rigenerativo, impiega il 93% in meno di acqua, l’86% in meno di energia ed emette il 61% in meno di CO2 nell’ambiente rispetto a una nuova testata.

Il mercato per la nuova soluzione

In termini di prezzi, Caterpillar è in grado di offrire ai clienti prezzi significativamente più bassi sui pezzi rigenerati, rispetto ai loro nuovi prodotti. L’aumento degli incentivi sul recupero sono fondamentali per qualsiasi produttore impegnato in attività di rigenerazione, quindi offrire un incentivo economico per restituire il componente mantiene l’energia e i materiali impiegati all’interno della rete Caterpillar. Ciò consente a Caterpillar di recuperare parti dai nuclei restituiti, riducendo i costi.
Fedele alla definizione di rigenerazione, i prodotti rigenerati Caterpillar sono ricostruiti e testati secondo gli stessi standard – e talvolta più elevati – dei nuovi prodotti e sono venduti con la stessa garanzia.

Gli ostacoli al modello

Oltre all’aumento dei tassi di recupero dei core, che rappresenta una continua opportunità di miglioramento, uno degli ostacoli chiave alla pratica della rigenerazione è la comprensione e la percezione del processo da parte del cliente. Questo problema esiste al di fuori del settore dei macchinari pesanti e può influire sulle vendite a causa dell’idea errata che la rigenerazione si traduca in qualità o prestazioni inferiori o rischi persino per la sicurezza. La reputazione del marchio Caterpillar e l’offerta di una garanzia sul prodotto contribuiscono a superare questo problema, ma vi sono ancora diffusi malintesi e abusi del termine.

Ecco cosa scrive Caterpillar nel suo impegno verso modelli rigenerativi basati sull’economia circolare:

Buono per i Clienti

Le parti e i componenti rigenerati Cat offrono le stesse prestazioni e affidabilità nuove a una frazione dei nuovi costi, riducendo al contempo l’impatto sull’ambiente. E la disponibilità al banco offre ai clienti più opzioni al momento della riparazione e della revisione. I risultati sono la massima produttività e costi inferiori.

“Salvage” descrive l’applicazione di varie tecnologie per ripristinare i componenti usurati e danneggiati alle stesse prestazioni funzionali dei nuovi prodotti. La nostra esperienza nel campo del salvataggio riduce significativamente i costi operativi e riduce l’uso di nuove parti e materie prime. Attraverso il salvataggio prendiamo componenti che hanno raggiunto con successo la fine della loro vita utile e li riportiamo alle prestazioni funzionali del nuovo. Questo offre prodotti rigenerati che offrono un’altra vita utile completa per i nostri clienti.

Buono per il Business

Il programma di rigenerazione si basa su un sistema di scambio in cui i clienti restituiscono un componente usato (core) in cambio dei nostri prodotti rigenerati. Le opzioni Reman sono un altro modo in cui supportiamo i nostri clienti e contribuiscono a ridurre i costi di proprietà e operativi.

Le parti Cat Reman offrono la qualità e la precisione delle nuove parti Cat a un costo inferiore. Le parti Cat sono rigenerate secondo rigorosi standard di qualità, offrono prestazioni come nuove, hanno una lunga durata di servizio affidabile e la stessa garanzia delle parti Cat.

Buono per l’ambiente

Caterpillar è un leader globale nella tecnologia di rigenerazione, che ricicla ogni anno oltre 150 milioni di sterline di ferro fuori uso. Poiché ci occupiamo di riportare i componenti fuori uso a condizioni pari al nuovo, riduciamo gli sprechi e riduciamo al minimo la necessità di materie prime per produrre nuove parti. Attraverso la rigenerazione, forniamo uno dei maggiori contributi allo sviluppo sostenibile, mantenendo in circolazione risorse non rinnovabili per più vite.

Il modello di Reman è un’attività di scambio. Facciamo pagare ai clienti un prezzo ben al di sotto del nuovo per un prodotto Reman, oltre a addebitare un deposito. Quando restituiscono i componenti usati (chiamati “core”), rimborsiamo il loro deposito. Caterpillar utilizza un sistema proprietario di gestione del core per gestire a livello globale i rendimenti core dei rivenditori e delle strutture di ispezione Caterpillar e determinare gli importi del credito core che verranno rimborsati.

Se questo articolo ti è piaciuto e lo hai trovato utile, condividilo con colleghi, amici e persone che potrebbero essere interessate. Nel frattempo se vuoi ricevere mensilmente la raccolta degli articoli pubblicati puoi iscriverti alla newsletter o seguire Sfridoo su LinkedInFacebook e Twitter, per entrare di diritto nel network dell’economia circolare.

Leggi anche

prodotto ricondizionato refurbished
di Marco Battaglia 29 Ottobre 2019

Economia Circolare

4 motivi per capire cos’è un prodotto Ricondizionato o Refurbished

Indice Premessa Cos’è un prodotto ricondizionato e cosa significa? Perché scegliere un prodotto ricondizionato? 1. Condizione 2. Garanzia 3. Prezzo 4. Risparmio Dove trovare i prodotti ricondizionati? Backmarket Swappie Dove poter conferire prodotti ricondizionati? Premessa Cos’è un prodotto ricondizionato? Oggigiorno larga parte della popolazione mondiale ha con sé almeno un dispositivo elettronico: dai telefoni cellulari/smartphone […]

rifiuti elettrici elettronici quanto il riciclo non basta
di Marco Battaglia 21 Ottobre 2019

Economia Circolare

Rifiuti elettrici ed elettronici: quando il Riciclo non basta

Indice RAEE ed Economia circolare Cosa prevede il Pacchetto Economia Circolare I RAEE in Europa e Italia I RAEE negli USA e a livello mondiale Le sfide: consumismo di massa e obsolescenza programmata Il consumo eccessivo Ridurre e riutilizzare Daisy: il robot che ripara gli Iphone Direttiva UE Ecodesign: riparazione, il principio fondamentale Conclusioni Il […]

blackrock investe nell'economia circolare
di Sfridoo Staff 11 Ottobre 2019

Economia Circolare

BlackRock, il più grande gestore del risparmio, investe nell’Economia Circolare

BlackRock investe nell’economia circolare. Il più grande fondo d’investimenti del mondo ha recentemente dichiarato che inietterà ben presto capitali in società campionesse dell’economia circolare, come Adidas – che realizza scarpe da corsa con materiale riciclabile – come la multinazionale norvegese Tomra – che produce apparecchi per il riciclo – e come la statunitense Ball Corp, […]

Scopri i nostri servizi