Glossario

Ordine alfabetico

  • Economia circolare

    Rifiuto alimentare

    Un rifiuto alimentare secondo il decreto legislativo 3 settembre 2020, n. 116, che modifica il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, articolo 1, comma 1, lettera a) viene definito come:

    “qualsiasi sostanza o prodotto destinato all’alimentazione umana che sia diventato un rifiuto in quanto colui che lo detiene si è disfatto, ha intenzione di disfarsene o ha l’obbligo di disfarsene.”

  • Economia circolare Comunicazione

    Re-marketing

    Il termine “rimessa a mercato” (o Re-marketing) si riferisce a tutte le strategie di reintegrazione, nel mercato e nei canali primari e secondari, dei prodotti che hanno subito uno o più processi legati all’Economia Circolare e devono essere rivenduti.

  • Economia circolare

    Remanufacturing

    Rigenerare (o Remanufacture) è una delle strategie contenute all’interno del framework delle R-strategies.

    Lo scopo di questa azione è quello di riportare il prodotto alle condizioni di utilizzo originarie, tramite la sostituzioni di parti e componenti non più utilizzabili del prodotto stesso.

  • Economia circolare Normativa

    Rifiuto speciale

    Un Rifiuto Speciale (o Rifiuto Industriale) è uno scarto derivante da processi produttivi industriali.

    Questi scarti richiedono un proprio iter di gestione e smaltimento, a causa della loro pericolosità, difficoltà di smaltimento o potenziale impatto ambientale negativo.

    Esistono due grandi distinzioni di rifiuti speciali: pericolosi e non pericolosi e assimilabili e non assimilabili.

    Risorse:

  • Vuoi valorizzare i tuoi rifiuti e scarti?

    Su Sfridoo compri e vendi scarti, rifiuti, sottoprodotti e materie prime seconde

    Scopri di più
  • Economia circolare

    Rifiutare

    Rifiutare (o Refuse) è una delle strategie contenute all’interno del framework delle R-strategies.

    Lo scopo di questa azione è quello di evitare l’utilizzo scorretto di prodotto, ricardo invece la stesso utilizzo con un prodotto diverso.

    Un esempio di questo tipo sono i prodotto multifunzionali.

  • Economia circolare

    Ridurre

    Ridurre (o Reduce) è una delle strategie contenute all’interno del framework delle R-strategies.

    L’obiettivo di questa azione è quella di pensare metodologie di produzione o di consumo più efficienti, che implichino il minor utilizzo di materie prime, materiali lavorati ed energia.

  • Economia circolare

    Ricondizionare

    Ricondizionare (o Refurbish) è una delle strategie contenute all’interno del framework delle R-strategies.

    L’obiettivo di questa strategia è quello di ripristinare lo stato di un prodotto considerato vecchio, a un livello di qualità più alto per soddisfare specifici bisogni.

  • Economia circolare

    Riciclare

    Riciclare (o Recycle) è una delle strategie contenute all’interno del framework delle R-strategist.

    Lo scopo delle azioni legati al riciclo è quello di recuperare il valore delle materia presenti in prodotto, che per diversi aspetti come quello normativo o per disfunzioni, sono destinati a diventare rifiuti ed a essere smaltiti.

    Risorse:

  • Normativa

    Responsabilità sociale d’impresa

    La Responsabilità Sociale d’Impresa (CSR) è un concetto che si riferisce alla responsabilità che le imprese hanno nei confronti della società in cui operano.

    la CSR rappresenta un approccio integrato, non obbligatorio, alla gestione aziendale che tiene conto delle questioni sociali, ambientali e di governance e mira a creare valore per l’azienda e per la società nel suo insieme.

    La CSR implica che le aziende non devono limitarsi a perseguire solo l’obiettivo di massimizzare il profitto, ma anche ad agire in modo etico, sostenibile e responsabile nei confronti della società e dell’ambiente in cui operano.

  • Normativa

    Responsabilità Estesa del Produttore

    La Responsabilità Estesa del Produttore (REP) è un principio giuridico che impone ai produttori di beni di assumersi la responsabilità per l’intero ciclo di vita dei loro prodotti, incluso lo smaltimento finale.

    In altre parole, i produttori sono tenuti a gestire il proprio prodotto anche dopo che è stato venduto al consumatore.

    La REP spinge i produttori a progettare prodotti che possano essere smaltiti in modo sicuro e sostenibile e a implementare programmi di gestione dei rifiuti.

    Ciò implica che i produttori devono sviluppare strategie per il recupero, il riciclaggio e la gestione dei loro prodotti al termine del loro ciclo di vita.

  • Economia circolare Comunicazione

    Repair Café

    Un Repair Café è un’iniziativa basata sulla comunità, in cui le persone condividono la propria esperienza e le proprie competenze, su base volontaria, ad altri individui e sono luoghi, dove le persone si riuniscono per riparare oggetti per la casa, elettronica ed altri oggetti di uso quotidiano.

    Nel complesso, il Repair Café è un ottimo modo per promuovere la sostenibilità, attraverso  la riduzione degli sprechi e l’incentivo al riutilizzo e al riciclo.

    Risorse:

  • Certificazioni

    ReMade in Italy

    ReMade In Italy è la certificazione ambientale di prodotto, di carattere volontario, nata in Italia, per indicare la produzione di prodotti italiani rigenerati, riparati o rinnovati a partire da materiali di scarto o prodotti inutilizzati, al fine di ridurre l’impatto ambientale e promuovere la sostenibilità.

    Il ReMade in Italy è quindi un esempio di Economia Circolare, che promuove il ripensamento del modello economico tradizionale lineare, favorendo invece la creazione di un sistema in cui il riuso e il riciclaggio sono considerati un valore aggiunto e non un costo.

    Risorse:

  • Economia circolare Normativa

    RAEE

    I RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) sono una particolare categoria di scarto derivante di prodotti AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), che sono giunti alla fine della loro vita utile e che quindi sono destinati alla raccolta e al riciclo.

    Sono quindi rifiuti abbastanza complessi a livello strutturale, che rispetto ad altri scarti hanno una destinazione, un processo e un costo di smaltimento particolare.

    Risorse: