cosa sono le miniere urbane

Cosa sono le Miniere Urbane e perché rappresentano un tesoro sommerso per l’Economia Circolare?

Alcuni rifiuti urbani e industriali, convogliati nelle Miniere Urbane, rappresentano un vero e proprio tesoro sommerso per l'Economia Circolare. In questo articolo scoprirai il perché

  • 0

Economia Circolare Pubblicato il 10 Dicembre 2020

Indice

Premessa

Il crescente benessere della popolazione, il progresso tecnologico e lo sviluppo industriale sono direttamente proporzionali al consumo di energia e materie prime che quotidianamente vengono impiegate nei processi di produzione, e ad una esponenziale produzione di rifiuti.

In un’ottica di Economia Circolare, i rifiuti urbani e industriali rappresentano un vero e proprio tesoro sommerso per industrie e società. Infatti, le Miniere Urbane sottendono la possibilità di ottenere risorse dai rifiuti urbani, i quali vengono recuperati e reimpiegati, diventando materie prime per filiere produttive diverse da quelle per cui questi rifiuti sono stati generati.

Scopri Cos’è l’Economia Circolare e quali vantaggi per le imprese

Cosa sono le Miniere Urbane?

Una Miniera Urbana è uno spazio funzionale nel quale vengono portati gli scarti quotidiani urbani, per poi immagazzinare, sotto forma di residui, materie prime come plastica, vetro, alluminio o RAEE. 

In particolare, le Miniere Urbane sono utili per la raccolta di metalli rari (come neodimio, boro, samario, cobalto, ittrio, lantanio, cerio, europio, gadolinio, terbio) presenti nei rifiuti elettrici ed elettronici di una società.

L’estrazione urbana, invece, è il processo di recupero di questi metalli rari mediante trattamenti meccanici e chimici. Il nome “Miniera Urbana” era stato coniato negli anni Ottanta dal professore Hideo Nanjyo del Research Center for Mineral Dressing and Metallurgy dell’Università di Tohoku, Giappone.

Questo termine ha poi ottenuto importanza significativa in Giappone grazie ad una ricerca del 2011, pubblicata dal National Institute for Materials Science, che aveva definito le Miniere Urbane come soluzione virtuosa nell’ambito del waste management delle società orientali.

Forse ti interessa Cosa sono gli AEE? E quali sono le differenze con i RAEE?

Importanza delle Miniere Urbane per l’Economia Circolare

Il concetto di Miniera Urbana è in linea con i principi dell’Economia Circolare perché all’interno di questi spazi funzionali vengono convogliati residui urbani selezionati, che non hanno bisogno di essere separati o ripuliti. 

Questo è reso possibile perché i cittadini, impegnandosi a separare gli scarti prima di buttarli, rendono ciò che per loro è un semplice rifiuto, una risorsa.

Infatti, all’interno delle Miniere Urbane, le materie già separate possono essere commercializzate senza il bisogno di intermediari: il loro automatico processo di rigenerazione, riuso e rimanifatturazione rende questi scarti urbani impiegabili come materie prime seconde. 

Appare così chiaro il riferimento all’Economia Circolare: nelle Miniere Urbane i “rifiuti” convogliati non vengono trattati come tali, ma come opportunità. L’estrazione di metalli rari dai RAEE, per esempio, non si traduce solo in sostenibilità ambientale, ma anche nei concetti di riutilizzo e reimpiego, fondamentali quando si parla di circular economy. 

Il valore dei rifiuti urbani, suddivisi sistematicamente in classi merceologiche (organico, plastica, alluminio, vetro carta, …), non è solo commerciale, ma anche etico e ambientale.

Forse ti interessa Come non smaltire PC e RAEE aziendali guadagnando

Le Implicazioni

Le Miniere Urbane rappresentano un esempio virtuoso di Economia Circolare e sostenibilità ambientale, ma c’è di più. Esse sono il risultato dell’impegno civico e controbilanciano il consumismo e l’obsolescenza programmata, nel caso del recupero dei RAEE, attraverso il principio delle 3 R: riduzione, riuso e riciclo.

Forse ti interessa Come fare Economia Circolare in azienda? 5 step da seguire

Rigenerazione degli elettrodomestici: il caso studio Astelav

L’azienda torinese Astelav, uno dei principali distributori europei di accessori e ricambi per elettrodomestici, nel 2018 ha realizzato il progetto Ri-generation, avente l’obiettivo di dare nuova vita agli elettrodomestici usati.

Infatti Astelav, insieme a Sermig, ha cercato di costruire una mentalità contrastante lo spreco di risorse umane e ambientali, attraverso il processo di rigenerazione degli elettrodomestici.

Trovando un’applicazione dell’Economia Circolare con il progetto Ri-generation, Astelav ha voluto dare nuova vita ai RAEE che stavano per essere avviati a costose operazioni di smaltimento, seguendo questi principi: 

  • creare lavoro per chi è in difficoltà;
  • garantire elettrodomestici economici;
  • trattare correttamente i RAEE;
  • salvaguardare l’ambiente.

Scopri come valorizzare al massimo i tuoi dispositivi elettrici ed elettronici aziendali

Vantaggi delle Miniere Urbane

Le Miniere Urbane rappresentano un tesoro sommerso per l’Economia Circolare per vari motivi:

  • sottendono la possibilità di recuperare i rifiuti urbani, portando a una maggiore sostenibilità ambientale grazie al minor impiego di risorse naturali nei processi produttivi, alla riduzione di emissioni di gas serra e a una maggiore efficienza nella riduzione e nel trattamento dei rifiuti;
  • portano a un notevole risparmio di denaro, dovuto all’azzeramento dei costi di smaltimento;
  • rappresentano un vantaggio competitivo, ottenuto, per esempio, dal recupero di metalli preziosi e terre rare all’interno dei processi di riciclo dei rifiuti elettronici. In questo senso i materiali recuperati rappresenteranno una risorsa immediatamente disponibile sul mercato.

Leggi anche 5 motivi per non smaltire PC e RAEE aziendali, guadagnando

Il database delle Miniere Urbane europee

Per recuperare le materie prime da un rifiuto bisogna conoscere la loro quantità, disponibilità, locazione e in che forma sono presenti. Avere queste informazioni permette di scegliere come intervenire sui processi di recupero, al fine di alimentare la produzione industriale con materiali riciclati.

A questo proposito esiste un database delle Miniere Urbane di 30 stati europei, chiamato Urban Mine Platform. Questo database permette di tracciare oltre 18 milioni di tonnellate di rifiuti elettrici ed elettronici, come computer, batterie o rottami di veicoli.

Urban Mine Platform garantisce la tracciabilità costante di questi rifiuti e fornisce dati quantitativi sui flussi di materiali, di anno in anno, dalla messa sul mercato alla discarica. 

L’obiettivo di questo database è quello di aumentare il tasso di riciclo dei RAEE, favorendo il recupero di metalli preziosi e terre rare: un business che vale miliardi di euro e a cui spesso non si è dato importanza a causa dei bassi tassi di riciclaggio.

Conclusioni

Per fare Economia Circolare è, quindi, di fondamentale importanza il recupero delle componenti dei rifiuti portati nelle Miniere Urbane, il tesoro sommerso di questo nuovo modello di business. La motivazione non è solo economica o commerciale, ma anche etica e ambientale.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e lo hai trovato utile, condividilo con colleghi, amici e persone che potrebbero essere interessate. Nel frattempo se vuoi ricevere la raccolta mensile dei contenuti pubblicati, puoi iscriverti alla Newsletter, per entrare di diritto nel network dell’economia circolare. 

 

Crediti

Leggi anche

Scopri i nostri servizi