10 libri economia circolare libreria sfridoo

10 libri sull'economia circolare che non possono mancare nella tua libreria

Quali sono i 10 libri sull'economia circolare che devi assolutamente tenere nella tua libreria personale? Una panoramica dei titoli più rilevanti sul tema della circular economy raccolti qui per te e pronti per essere letti e ri-letti e per porre le prime basi della tua conoscenza sui principi dell'economia circolare

  • 51

Economia Circolare Pubblicato il 31 Maggio 2019

Indice

  1. Che cosa è l’economia circolare – E. Bompan, Ed. Ambiente
  2. Circular economy. Dallo spreco al valore – P. Lacy, J. Rutqvist e B. Lamonica, Ed. Egea
  3. Un mondo senza rifiuti? Viaggio nell’economia circolare – A. Massarutto, Ed. il Mulino
  4. L’economia della ciambella – K. Raworth, Ed. Ambiente
  5. Neomateriali nell’economia circolare – A. Pellizzari, E. Genovesi, Ed. Ambiente
  6. Blue Economy 2.0 – G. Pauli, Ed. Ambiente
  7. Designing for the Circular Economy – M. Charter, Routledge
  8. Economia circolare per tutti – W. R. Stahel, Ed. Ambiente
  9. Green Branding: Strumenti, Consigli e Strategie Per Una Comunicazione Ecosostenibile – L. Garosi, Dario Flaccovio Editore
  10. Materia Rinnovabile – Ed. Ambiente

 

Introduzione ai libri sull’economia circolare

Molto spesso, dopo eventi, presentazioni e pitch mi capita di ricevere richieste su quali libri consiglierei per formarsi sui temi dell’economia circolare. Devo premettere: non è facile muoversi in un ambito oggi tanto discusso, presentato e analizzato nelle conferenze. Un tema recente come l’economia circolare non gode di un’ampia bibliografia, sebbene il web sia pieno di documenti in pdf scaricabili gratuitamente e con tanti spunti interessanti (uno su tutti il report realizzato da Confindustria che ti lascio qui).

E’ negli ultimi due anni che, posso affermare, la tematica ha preso piede con toni autorevoli e con pubblicazioni di valore. Libri che rispecchiano appieno il concetto di circular economy e rendono consapevole il lettore della rivoluzione in atto e della grande sfida che l’uomo oggi si sta trovando ad affrontare: il climate change.

Con questo articolo ti consiglierò 10 libri che spiegano il tema dell’economia circolare nel modo più trasversale possibile: da testi verticali su temi specifici a libri più generali e olistici, in modo da poter coprire tutti i livelli di approfondimento che desideri.

 

 

1. Che cosa è L’economia circolare – E. Bompan

che cosa è l'economia circolare sfridoo

Il primo libro sull’economia circolare che ti consiglio è di Emanuele Bompan, giornalista, comunicatore e direttore responsabile della magnifica rivista internazionale Materia Rinnovabile (se non la conosci, devi assolutamente darle un occhio, ma dopo ci arriviamo…). Perché metto questo libro in cima? Non andrò per ordine o classifica ma ritengo che questo libro sia la base da cui partire. E’ lo stesso testo da cui ho tratto le mie prime suggestioni e analisi sull’economia circolare. E’ il testo che ho letto e riletto alla ricerca di soluzioni, spunti ed esempi di aziende che hanno applicato il modello circular.

Ho avuto modo di conoscere Emanuele durante Ecomondo di quest’anno ed è stato interessante potersi confrontare sulle attività reciproche. Emanuele è un esperto indiscusso sul tema EC e molte pubblicazioni inerenti riportano la sua firma. Inutile dire che le pagine del libro scorrono velocemente: è una miniera di informazioni raccontate nel modo più comprensibile e aperto ma, allo stesso tempo, con approfondimenti tematici corretti, lucidi e, a mio giudizio, azzeccati.

Con questo libro puoi inaugurare la partenza in un viaggio che, te lo assicuro, ti lascerà a bocca aperta.

Lo trovi su Amazon qui

 

2. Circular economy. Dallo spreco al valore – Peter Lacy, Jakob Rutqvist e Beatrice Lamonica

circular economy dallo spreco al valore sfridoo

Il secondo libro che voglio consigliarti è la pietra miliare da cui molte delle discussioni, in atto oggi, sono partite. Il libro di Peter Lacy, Rutqvist e Lamonica rappresenta un momento scolpito nella pietra ed è un libro corposo, pieno di dimostrazioni tutt’oggi utilizzate a dimostrazione della bontà del modello circolare.

Partiamo dal fatto che il libro è stato fortemente promosso da Accenture, nota corporate del settore consulenza, direzione strategica, servizi tecnologici e outsourcing, di cui i tre autori fanno parte. L’analisi del libro porta alla definizione dei famosi 5 principi o modelli di business dell’economia circolare. Gli esempi aziendali sono innumerevoli e con un’alta dose di approfondimento tematico per comprendere tutti i vantaggi competitivi nell’adozione di modelli circolari. Senza dubbi un testo da non farsi mancare e tenere a portata di mano che ha segnato un grande inizio delle tematiche sull’economia circolare, producendo il primo grande libro di riferimento.

P.S. osserva bene il sottotitolo del libro e controlla il claim di Sfridoo…bene, ora hai scoperto un piccolo segreto.

Lo trovi su Amazon qui

 

 

3. Un mondo senza rifiuti? Viaggio nell’economia circolare – A. Massarutto

Un mondo senza rifiuti massarutto sfridoo

Ammetto, ho finito di leggere questo libro poche settimane fa, ma ritengo sia un testo di assoluto prestigio. La ricerca che Antonio Massarutto, economista, docente all’Università Bocconi e divulgatore, conduce in tutto il corso del libro è magistrale. Alternando momenti propri di un comunicatore e divulgatore esperto, con fasi di approfondimento tematico, in particolar modo sul tema rifiuti, l’autore mette il luce criticità e opportunità di un sistema dello gestione dello scarto, tutto da ripensare.

Massarutto, come altri importanti autori, si concentrano sulla fase di fine filiera, evidenziando quello che è diventato, sotto gli occhi di tutti, un grave e ingente problema: il rifiuto. Un concetto che non trova assonanze in natura, dove “nulla si crea e nulla si distrugge“, in un ciclo senza soluzione di continuità di vita, materia ed energia.

Consigliato per chi vuole approfondire le tematiche attuali sui rifiuti e sulla prevenzione prevista dall’economia circolare.

Anche questo lo trovi su Amazon qui

 

 

4. L’economia della ciambella – K.Raworth

E’ un libro che parla di pensiero laterale. Ispira al cambiamento e suggerisce un modo radicalmente diverso di pensare all’economia del XXI secolo, rimuovendo quelle convinzioni che non riescono più ad interpretare e leggere la realtà contemporanea. Se da decenni parliamo di crescita associata al tanto decantato PIL – Prodotto Interno Lordo, la Raworth propone una prossima sfida a governi e organizzazioni: rispettare i diritti umani nei limiti del pianeta che ci dà la vita. E questo obiettivo è sintetizzato nell’immagine della Ciambella, dunque prosperare senza inseguire il PIL. Senza puntare all’utile e a quel mondo di capitalismo e consumismo sfrenato che non ha dato modo di fermarsi a pensare cosa avrebbero determinato quelle azioni.

La Raworth propone Sette punti su cui cominciare a ragionare:

  • cambiare prospettiva;
  • vedere il tutto da distanza;
  • coltivare la natura umana;
  • assumere un pensiero sistemico;
  • ridistribuire il reddito progettando la crescita;
  • creare al fine di rigenerare;
  • superare la dipendenza dalla crescita e dal PIL.

Riuscirà questo libro ad ispirare anche te?

Qui per vederlo su Amazon

 

 

5. Neomateriali nell’economia circolare – A. Pellizzari, E. Genovesi

Più che un libro, si può dire una collana straordinaria. Ho inserito il titolo del primo di una serie di volumi monotematici che Ed. Ambiente (la casa editrice ad oggi in Italia più attiva sul mercato e con un portafoglio di testi davvero interessanti), sta ampliando. Passiamo dai “Neo-materiali” ai successivi volumi, realizzati rigorosamente con carta certificata FSC, come “Moda”, “Automotive” e “Packaging”.

Ogni volume affronta un tema particolare narrando la storia del settore e di quali siano le innovazioni sotto il punto di vista del prodotto, del design e quindi dell’eco-design, oltre a tutte quelle innovazioni proprie del periodo storico con cui ci stiamo già confrontando. Si parla perciò di nuovi prodotti bio-based, passando per materiali che imitano i cicli naturali del regno vegetale e animale, oltre a quelli che derivano da processi di riciclo (End-of-waste).

Il volume che ho preso ad esempio, per evidenziare l’importanza dell’intera iniziativa, riporta numerosi casi studio che a mio parere non sono la risposta univoca ai problemi che si possono individuare sulle diverse filiere produttive, ma aiutano a capire quali possano essere i vantaggi nell’adottare un “approccio circolare” al business e alla produzione di oggetti e servizi.

Si parte dalla materia e dalla prevenzione del rifiuto per innovare e pensare…con una nuova prospettiva. Buona lettura!

Qui il volume su Amazon. Mentre qui trovi il volume sulla Moda, qui sull’Automotive e infine qui quello sul Packaging.

 

 

6. Blue Economy 2.0 – G. Pauli

Per chi non conosce Gunter Pauli: questo libro rappresenta il testo fondamentale dell’ambientalismo scientifico, tradotto in più di 30 lingue. Pauli è un economista votato alle questioni della sostenibilità ambientale. E’ l’antesignano di quelle nuove figure annoverate tra i Green Jobs: gli economisti ambientali, oggi figure richieste dalle aziende per calcolare rischi e criticità ambientali sotto il punto di vista economico e finanziario.

Pauli affronta nel libro il complesso tema della crisi economico-ambientale-sociale di questi anni indicando una serie di possibili soluzioni in grado di generare nuova occupazione, qualità ambientale, cultura di sistema. Una serie di esempi e di idee innovative per sviluppare un’economia competitiva, con basse emissioni di carbonio e un uso efficiente delle risorse. Lo stesso economista citerà e si affiancherà, nel corso della scrittura del testo, alla biomimicry e al concetto zero waste.

Un testo immancabile per comprendere quali sono stati i passaggi e i momenti precursori all’economia circolare.

Lo trovi qui su Amazon

 

 

7. Designing for the Circular Economy – M. Charter

Il primo libro che associa il design al concetto di economia circolare. L’ecodesign applicato, secondo la visione del prof. Martin Charter, Direttore del Centro per il Design sostenibile all’University for Creative Arts (UCA) d’Inghilterra, alla fase up-stream della circular economy.

Il professor Charter analizza, con un testo vasto (parliamo di 34 capitoli suddivisi in maniera sapiente) e colmo di riferimenti concreti, le tematiche del design e della creatività abbinate alla sostenibilità, nell’era dell’economia circolare. La prevenzione come moto di generazione e progettazione a priori del fine vita e della vita stessa degli oggetti: è questa la chiave di interpretazione del volume che si rende pioniere in questo settore di attuale dibattito (ricordo la legge sull’ecodesign promossa dall’Europa).

Un libro che sa parlare sia alle istituzioni sia ad aziende ma anche a studenti che vogliono cominciare ad approcciare alla materia. E’ per questo motivo che consiglio ai giovani di oggi una formazione dedicata alla rivoluzione circolare. E’ per questo che ripeto spesso che l’economia circolare è CREATIVITA’, design, progettazione e pensiero “out of the box”.

Lo trovi qui su Amazon

 

 

8. Economia circolare per tutti – W. R. Stahel

Confermo: è un libro per tutti. Ci tengo a consigliarlo perché rappresenta benissimo il momento storico in cui si colloca il concetto della circolarità. Come direbbero tanti colleghi, ricercatori e divulgatori: l’economia circolare è al principio del suo percorso e proprio per questo motivo deve ancora trovare uno spazio ben definito nella formazione e nell’informazione generalista, che oggi associa il termine al ben poco circolare “riciclo”.

Stahel si concentra nel rendere fruibili il più possibile tutti i concetti che stanno alla base della EC, rendendo scorrevole e di facile lettura l’intero testo, nato proprio con questo obiettivo. L’autore fu il primo negli anni Settanta ad immaginare un’economia a cicli chiusi, analizzando l’impatto sulla competitività, sull’ambiente e sulla società. Nel libro Stahel, architetto e visiting professor presso la facoltà di Ingegneria e Scienze fisiche dell’Università del Surrey, nel Regno Unito ,descrive le diverse fasi del passaggio da una dimensione artigianale e locale della Circular Economy, a una scala industriale e globale. La rivoluzione deve perciò far fronte a nuovi problemi, criticità, grandi opportunità di business e di generazione di valore sociale, oltre che ambientale.

Dopo il libro precursore scritto a quattro mani con Geneviève Reday-Mulvey,  “Jobs for Tomorrow: The Potential for Substituting Manpower for Energy” (1976), Stahel torna a far sentire la sua esperienza sul tema attraverso questo testo di grande valore che consentirà di allargare la diffusione delle tematiche sulla circolarità.

Lo puoi trovare qui su Amazon

 

 

9. Green Branding: Strumenti, Consigli e Strategie Per Una Comunicazione Ecosostenibile – L. Garosi

Non vedi affinità tra marketing ed economia circolare?
Ecco perché il penultimo libro che ti consiglio è la guida perfetta per una nuova figura professionale: il Green Marketer. Colui che si occupa di marketing dedicato alle tematiche green e agli approcci sostenibili tenuti da aziende ed organizzazioni. Il testo è un vero e proprio “tutorial”, come da tradizione Daccovio. Una guida su come e cosa un green marketer dovrebbe approfondire per affrontare la transizione ed affermazione della figura professionale del Green marketer.

Garosi riesce a dare un quadro perfetto sulla situazione dei Green Jobs, oltre a riportare tutti gli argomenti del caso, grazie all’intervento di esperti del settore sul tema green. Dagli eventi, alla gestione dei social, il libro è un approdo sicuro per coloro che vogliono cominciare a studiare questi aspetti specifici del marketing verde e sostenibile.

Se vuoi approfondire, il libro è disponibile su Amazon qui

 

 

10. Materia Rinnovabile – Renewable Material

E’ vero. Non è un libro il decimo testo che vorrei consigliarti, mi hai scoperto. Ma ciò che voglio segnalarti con l’ultimo dei 10 libri sull’economia circolare è una vera perla.
Materia Rinnovabile è il primo e (credo) unico magazine che affronta in maniera verticale e dedicata, i temi della circular economy. Con cadenza mensile, la rivista edita da Ed. Ambiente spinge gli orizzonti oltre il suolo nazionale e mira alle ricerche e alle innovazioni internazionali.

Oltre alla rivista, interessantissimi gli “Insights” realizzati da Materia Rinnovabile: approfondimenti monografici che ritagliano interi volumi dedicati ad argomenti profondi e specifici del tema. Il tutto a firma di autori di rilevo e del direttore responsabile Emanuele Bompan che ho già citato nel primo libro che ti consigliavo sulla EC: “Che cosa è l’Economia Circolare“.

Ti lascio qui il riferimento al sito di Materia Rinnovabile che potrai fruire sia in formato cartaceo sia digitale!

 

Conclusioni

Spero di averti dato un quadro dei libri che ad oggi rappresentano, a mio parere, un primo passo per entrare nell’ottica della rivoluzione circolare. Ovviamente questa lista non ha la pretesa di essere esaustiva e perciò attendo suggerimenti in merito: fammi sapere quali libri hai letto e quelli che ritieni anche tu essenziali sul tema.

L’economia circolare è in continua evoluzione e dall’inizio del 2019 sono usciti titoli di rilievo: ritengo e immagino che anno dopo anno verranno pubblicati libri sempre più interessanti e incentrati sul tema, tali da arricchire la letteratura di questa essenziale rivoluzione ambientale e sociale. Dunque questo post sarà sempre in aggiornamento grazie ai confronti e ai suggerimenti che riceverò.

Ma non è finita qui. Per alimentare il dibattito, di seguito troverai i libri che intendo leggere nel prossimo periodo e che sto attendendo. Hai libri da consigliarmi? Scrivimi a marco@sfridoo.com.

 

Libri che attendo con ansia di leggere

The Future of Packaging: From Linear to Circular, di Tom Szaky – Il libro del fondatore di Terracycle che ha da poco lanciato durante il World Economic Forum di Davos, Loop: un servizio che riprende il vecchio concetto del lattaio dove il contenitore vuoto viene ripreso tramite corriere, viene effettuato il re-fill e successivamente veicolato ad altri clienti. Ne ho parlato qui: Loop, la piattaforma di vendita al dettaglio basata su packaging riutilizzabile

Neomateriali nell’economia circolare: Building – leggo da Amazon che uscirà il nuovo volume dedicato al mondo dell’edilizia. Il settore in cui tutto lo staff di Sfridoo affonda le proprie radici formative e professionali. Attendo con ansia di poter inserire anche questo volume nella mia libreria.

Se questo articolo ti è piaciuto e lo hai trovato utile, condividilo con colleghi e persone che potrebbero essere interessate. Nel frattempo ti ricordo che se vuoi ricevere mensilmente la raccolta degli articoli pubblicati su Sfridoo puoi iscriverti alla newsletter qui affianco per entrare di diritto nel network dell’economia circolare.

A presto!

 

Leggi anche

sfridoo cos'è end of waste
di Marco Battaglia 14 Giugno 2019

Rifiuti

Cos’è l’End of Waste? Ultimi aggiornamenti e criticità di un tassello fondamentale per l’economia circolare

Cosa significa End of Waste e per quale motivo può rappresentare un tassello dell’economia circolare? Una breve indagine nel mondo dei nuovi prodotti derivanti dai rifiuti e nelle normative che si sono succedute nel settore della gestione ambientale. Oggi la definizione dell’economia circolare insegue modelli per cui le aziende concorrano alla creazione di simbiosi industriali per cui scarti generati da un processo possano diventare nuove materie per un altro processo produttivo.

5 buoni motivi per capire il sottoprodotto
di Marco Battaglia 11 Maggio 2019

Rifiuti

5 buoni motivi per capire cos’è un Sottoprodotto

Spesso il termine sottoprodotto rimane un vero e proprio mistero. Una chimera normativa che molte aziende, pur di rimanere all’oscuro di tutta la normativa ambientale e della gestione dei rifiuti/prodotti a fine vita, evitano. Capita spesso di confrontarsi con aziende che avrebbero le opportunità normative e tutti i vantaggi economici ed ambientali per affrontare questo passaggio di gestione, eppure non si riesce ad arrivare a una risposta positiva nel procedere per questa strada virtuosa.

simbiosi industriale sfridoo
di Marco Battaglia 3 Maggio 2019

Economia Circolare

Cos’è la simbiosi industriale e in cosa consiste il nuovo modello distrettuale

Per simbiosi industriale si intende l’interazione tra diversi stabilimenti industriali, raggruppati in distretti o a distanza utile per rendere fattibile l’operazione, utilizzata al fine di massimizzare il riutilizzo di risorse, normalmente considerate scarti e ottimizzando la conoscenza e le competenze tra aziende. Il nuovo modello integrato dei distretti industriali punta al mettere in rete materie, conoscenze ed energia tra le aziende. In cosa consiste la Simbiosi industriale? Scopriamolo assieme.

Scopri i nostri servizi