Normativa ecodesign

Normativa sull’Ecodesign: tutto quello che devi sapere

La direttiva dell’Unione Europea 2009/125/CE, nota anche come ErP (Energy related Products), definisce il quadro di riferimento dei requisiti ecologici obbligatori per il consumo di energia dei prodotti venduti in tutti gli stati membri. 

  • 0

Economia Circolare Pubblicato il 7 Dicembre 2020

Indice

Premessa

Esistono norme specifiche e standard che governano l’Ecodesign e che certificano i prodotti sostenibili lanciati sul mercato.

Un prodotto che segue i principi del design ecologico deve mettere a disposizione dei consumatori delle informazioni accurate, come, per esempio:

  • una definizione di Ecodesign, secondo lo standard ISO 14006:2020 o la Direttiva Europea 2009/125/CE;
  • una descrizione delle componenti del prodotto che sono state progettate secondo i principi di Ecodesign, se il prodotto non è eco sostenibile al 100%;
  • le informazioni quali-quantitative sulla riduzione dell’impatto ambientale, ottenuta seguendo il processo di Ecodesign.

Scopri Cos’è l’Ecodesign e perché è fondamentale per fare Economia Circolare in azienda?

Direttiva UE

La direttiva dell’Unione Europea 2009/125/CE, nota anche come ErP (Energy related Products), definisce il quadro di riferimento dei requisiti ecologici obbligatori per il consumo di energia dei prodotti venduti in tutti gli stati membri. 

Attualmente questa norma è applicabile a oltre 40 tipi di prodotti, responsabili di quasi la metà di tutte le emissioni di gas serra nell’UE.

Quindi, questa direttiva, definisce le specifiche per la progettazione di ogni prodotto, per consentirne la sua immissione sul mercato.

La direttiva 2009/125/CE è stata in parte modificata dalla direttiva 2012/127/UE, ampliandone il suo campo di applicazione:

  • si applica a prodotti che utilizzano, producono, trasferiscono o misurano energia, come:
    • computer;
    • televisori;
    • lavatrici;
    • forni industriali.
  • si applica a prodotti che non necessariamente consumano energia, ma che hanno un impatto sul consumo e che potrebbero contribuire al risparmio energetico. Alcuni esempi di prodotti sono:
    • finestre;
    • materiale isolante;
    • rubinetti.

ISO di riferimento

La norma ISO 14006:2020, revisione della ISO 14006:2011, definisce le linee guida per l’integrazione dell’Ecodesign all’interno dei sistemi di gestione ambientale.

Questo documento di 32 pagine aiuta le organizzazioni a stabilire, documentare, implementare, mantenere e, in modo continuativo, migliorare la gestione dell’Ecodesign come parte integrante del sistema di gestione ambientale (EMS – Environmental Management System).

Inoltre, questo documento può essere utilizzato da tutte le organizzazioni che abbiano implementato al loro interno un sistema di gestione ambientale, in accordo con la ISO 14001, ma può anche aiutare le organizzazioni a integrare l’Ecodesign in altri sistemi di gestione.

Le linee guida della ISO 14006:2020 possono essere applicate da tutte le realtà aziendali, indipendentemente dal settore di appartenenza, dalla grandezza o dai prodotti.

Nel concreto, l’approccio di questa norma si basa su diversi concetti:

  • Miglioramento continuo. Consiste nella pianificazione, nell’esecuzione, nel controllo e nell’intervento finalizzati al miglioramento continuo del sistema di gestione ambientale.
    Questo concetto viene messo in pratica laddove si voglia migliorare l’impatto ambientale derivante dai propri prodotti e servizi;
  • Ciclo di Vita. Gli aspetti ambientali da prendere in considerazione non riguardano solamente la fase di produzione, ma ogni step del Ciclo di Vita di un prodotto o servizio;
  • Prevenzione. Bisogna prevenire il più possibile gli impatti ambientali negativi derivanti da un prodotto o servizio, minimizzandoli fin dalla fase di progettazione.

Conclusioni

La direttiva UE 2009/125/CE e la norma ISO 14006:2020 ti saranno utili per progettare prodotti in ottica di Economia Circolare, secondo le linee guida sull’Ecodesign.

 

Crediti

  • Arpaconsultato a dicembre 2020
  • ISOconsultato a dicembre 2020

Leggi anche

Scopri i nostri servizi