Bahram l’artista recuperatore

  • 0

Economia Circolare Pubblicato il 17 Ottobre 2017

Quello che spesso viene considerato un rifiuto, destinato ad essere riciclato o buttato in qualche discarica, agli occhi di altri acquista valore e diventa materia prima per la filiera della scultura contemporanea, attraverso un processo di recupero artistico.

Bahram Ashofteh, giovane artista iraniano recupera rottami metallici e crea sculture dall’aspetto vibrante e contemporaneo. Autodidatta, inizia la sua attività di artista recuperatore dieci anni fa. Le sue opere, profondamente apprezzate dalla critica, vengono esposte nei migliori musei di Teheran.

Bahram realizza sculture uniche utilizzando vecchie parti auto e scarti metallici. Così bulloni, dischi, bielle, cilindri, pinze dei freni, ventole, molle, pistoni, ghiere, catene, candele e varie parti metalliche, che in larga parte trovano posto in discarica rappresentando un grave problema di smaltimento, tornano a nuova vita dopo essere state pulite, selezionate e assemblate con gusto e ricercatezza dall’artista iraniano.

Le sculture a volte sembrano perfino respirare sotto il freddo aspetto metallico … rappresenta spesso cavalli, uccelli e farfalle.

Proprio come in un mosaico, l’artista recupera i tasselli per la sua opera dallo sfasciacarrozze. Pezzi destinati allo smaltimento, ma che agli occhi di Bahra sono ossa, tendini e muscoli della propria scultura.

La composizione richiede uno studio e una progettazione meticolosa, trovare il pezzo giusto che valorizzi la scultura e che ne suggerisca i dettagli

Le sculture di Bahram trasmettono dinamicità, a volte sembrano perfino respirare sotto il freddo aspetto metallico. I soggetti rappresentano spesso animali tra cui cavalli, uccelli e farfalle ma non mancano le sculture più astratte, sapientemente equilibrate e proporzionate per compiacere la vista e la mente. Lo scheletro freddo e robusto viene riempito con membrane metalliche a costruire tessuti leggeri appartenenti alle farfalle, donando quell’aspetto effimero e infinitamente tenace.

L’artista contribuisce a conferire valore allo scarto metallico altrimenti destinato alla fornace o peggio alla discarica, la sua opera riduce la produzione di rifiuti trovandone un nuovo motivo d’esistere.

E’ questa la forza dell’artista recuperatore come Bahram: dare vita a qualcosa di inanimato. Recuperare uno scarto rivestendolo di dignità, rendendolo bello, artistico e unico. Ciò che solitamente è considerato immondizia, ovvero un ammasso di rottami, è qui esaltato nelle sue forme e reso eccellenza artigiana.

Ogni opera è un pezzo unico, frutto di ore di selezione, studio, lavoro e passione.

Leggi anche

google stadia economia circolare
di Marco Battaglia 11 Aprile 2019

Aziende

Google Stadia: l’Economia Circolare nel settore gaming

E’ notizia di poche settimane fa che Google, ha lanciato in occasione della Game Development Conference 2019 in California, un servizio in streaming per videogame al pari di Netflix. Dal 2018 Google è entrata a far parte del programma della Ellen Macarthur Foundation, l’organizzazione non profit che aiuta le aziende di tutto il mondo ad adottare pratiche di economia circolare, dichiarando il proprio impegno nei confronti della circular economy. Una spinta di lunga data quella di Google con al centro una partnership proprio con la Ellen MacArthur Foundation, e sperimentare gli enormi benefici.

posidonia sottoprodotto sfridoo
di Marco Battaglia 22 Marzo 2019

Economia Circolare

Da problema ambientale a risorsa: il caso sottoprodotto Posidonia

E’ partita a dicembre 2018 la campagna di avviso pubblico del Comune di Alghero, per la manifestazione d’interesse circa il riutilizzo della Posidonia (pianta acquatica del Mar Mediterraneo spesso confusa con il termine “alga”) nel campo della bioedilizia e dell’efficienza energetica. Le difficoltà normative, associate a quelle di carattere politico nazionale e locale, sono da […]

Scopri i nostri servizi