Ooho! La bolla d'acqua che elimina la plastica

Un’invenzione del 2014 diventa il progetto pilota per eliminare il consumo di plastica: Ooho! è una capsula d’acqua commestibile, biodegradabile ed economica. Una vera e propria rivelazione (e rivoluzione) per il packaging delle bevande che trova più di mezzo miliardo di sterline!

  • 0

Neomateriali Pubblicato il 25 Agosto 2017

Indice

Dove nasce la sfera Ooho!

Gonzalez, Couche e Paslier, tre ingegneri spagnoli, sviluppano un prototipo per trasportare e consumare liquidi senza alcun impatto ambientale; lanciano una campagna di crowdfunding online e rivoluzionano un modello di produzione e consumo.

We make packaging disappear. Il motto di Rock Lab.

Forse ti interessa La Maratona di Londra è plastic-free: le sfere d’acqua Ooho al posto delle bottiglie

Come sono fatte le sfere Ooho?

Le bolle Ooho! sono poco più grandi di una caramella e sono completamente commestibili. All’interno delle bolle è possibile inserire diversi liquidi, dall’acqua minerale alle bevande zuccherate (fino ad alcuni cosmetici!), ed è sufficiente un solo boccone per dissetarsi senza sprecare bottiglie di plastica. Grazie a una doppia membrana di gelatina formata da alginato di sodio e cloruro di calcio, la Ooho! conserva i liquidi e aiuta l’ambiente.

Sulla piattaforma di crowdfunding crowdcube.com, la Skipping Rock Lab (la startup innovativa dei tre ingegneri) lancia una campagna per raccogliere fondi e cercare investitori così da avviare la produzione su grande scala. Secondo gli inventori della bolla Ooho! i costi del packaging tutto innovativo e sostenibile rasentano i 2 centesimi di produzione per capsula, sfidando apertamente i livelli di costi delle classiche bottiglie di plastica usa e getta.

Per gli investitori la sostenibilità è a forma di capsula.

Scopri Come hanno fattto queste 8 aziende a diventare plastic-free

La fine delle bottiglie di plastica è vicina?

Circa due anni di ricerca e sviluppo hanno occupato i tre ingegneri e vari esperti messi a disposizione dal programma di accelerazione di Climate-KIC dell’Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia (EIT) con sede a Londra; oggi il progetto richiede, però, i giusti mezzi finanziari per lanciare sul mercato il prodotto e la campagna di crowdfunding digitale, lanciata ad aprile 2017, si è già dimostrata il giusto strumento per raggiungere i numeri desiderati dall’azienda spagnola.

L’obiettivo prefissato è stato fissato a 400.000 sterline, ma il portafoglio ha più che raddoppiato la cifra di investimenti: 898 sono le persone – singoli cittadini e aziende – che hanno donato al progetto Ooho!, raggiungendo un totale di quasi 850.000 sterline a neanche 4 mesi dal lancio della campagna.

La nostra mission – dichiara il team fondatore – è quella di fornire un impatto positivo sull’ambiente: fermare la produzione di 1 miliardo di bottiglie di plastica che ogni anno occupano le acque degli oceani e abbattere 300 milioni di kg di CO2 emessi per il packaging tradizionale.” 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e lo hai trovato utile, condividilo con colleghi e conoscenti. Nel frattempo se vuoi ricevere mensilmente la raccolta degli articoli pubblicati, puoi iscriverti alla newsletter o seguire Sfridoo su LinkedInFacebook e Twitter, per entrare di diritto nel network dell’economia circolare.

Leggi anche

Scopri i nostri servizi